Tu sei qui:

Home News

Facebook

News
Montaccianico: Campagna di scavi 2013

Dal 1° luglio al 2 agosto si svolgerà quest'anno la campagna di scavi al sito di Montaccianico, presso Sant'Agata in comune di Scarperia.

Grazie all'impegno dell'assessore Fiammetta Capirossi, che anche per quast'anno, ma con sempre maggiori difficoltà,  è riuscita a trovare le necessarie risorse, proseguiranno le indagini archeologiche a Montaccianico, sotto la direzione della dott.ssa Elisa Pruno, coadiuvata dalla dott.ssa Chiara Marcotulli, entrambe della Cattedra di Archeologia medievale della Facoltà di Lettere di Firenze, di cui è titolare il prof. Guido Vannini.

Agli scavi continua a garantire il suo importante contributo organizzativo e operativoSCAVI 2012 TORRE SUD 2 il Gruppo Archeologico Scarperia, con il presidente Paolo Gucci  e altri soci, ma anche  l'associazione onlus "Mu.S.A.-Musei Sant'Agata"  con Lorenzo Cammelli e altri soci. La "Mu.S.A." inoltre promuove iniziative costanti per valorizzare il sito archeologico dal punto d vista storico e anche turistico, come quella svoltasi a Sant'Agata il 19 maggio scorso.

Come gli altri anni, dovrebbero partecipare  agli scavi anche gli studenti del Liceo "Giotto Ulivi" di Borgo San Lorenzo, per fare un'esperienza culturale operativa e nello stesso tempo acquisire crediti formativi.

La visita guidata agli scavi aperta a tutti e gratuita è prevista  venerdì 19 luglio con inizio alle ore 16. Per info 055.8406853.

Alle ore 15,30 ritrovo presso il parcheggio sud di Sant'Agata e partenza per il sito con mezzi propri. 

Saranno illustrate quindi tutte le novità emerse, con l'auspicio che siano davvero interessanti.

Buon lavoro a tutti i partecipanti.

 
L’assedio di Montaccianico: folto pubblico alla conferenza

                                                                                    L'assedio di Montaccianico: folto pubblico alla conferenza


Castellaccio della CollaDomenica 19 maggio, presso il museo archeologico di Sant'Agata Mugello (FI) si è svolto, nell’ambito di Amico Museo, l'evento sull'Assedio di Montaccianico del 1306 cui ha partecipato un numeroso pubblico. Filippo Bellandi, con videoproiezione di suggestive immagini animate, ha illustrato le vicende dell'assedio (dislocazione delle truppe, fortificazioni dei fiorentini intorno al castello, schieramenti in campo, armi da assedio, ecc) fino alla distruzione totale del castello, resa difficilissima dalle sue ciclopiche dimensioni: mura dello spessore di oltre tre metri e di un'altezza di quindici- venti metri.

Poi Lorenzo Cammelli ha fatto un'interessante rassegna della reazione degli Ubaldini -dopo l'abbattimento dei Montaccianico del 1306 - che non si erano arresi a Firenze, che si riorganizzano e per settanta anni continuano -tra alti e bassi- a dare del filo da torcere a Firenze con azioni di guerriglia sull'Appennino, tra cui la distruzione per due volte della neonata Firenzuola.

In questo periodo di resistenza, gli Ubaldini fondano una serie di nuovi castelli. Sono state proiettate le spettacolari immagini delle loro posizioni strategiche, in genere su impervi rilievi alla confluenza di torrenti, come i castelli di Rocca Bruna, di Castellaccio della Colla (foto), ma anche delle Piagnòle e di Monte Coloreta, tutti nella valle del Santerno.

 
 
 
 
E’ seguita  una dimostrazione di funzionamento del Trabucco (ricostruito in piccole dimensioni) cioè della macchina da assedio che scagliava pietroni a qualche centinaio di dscn4506metri. Infine il pubblico ha potuto assistere alla dimostrazione di tiro della balestra, l'arma più letale del medioevo, a cura di Renzo Modi (ricostruttore tra l’altro   dell’arma), Paolo Gucci e Roberto Dreoni, mentre il gruppo arcieri storici di Scarperia guidato da Paolo Baldini ha fatto vedere in azione  archi medievali di varia foggia, colpendo con grande maestria i bersagli (vedi foto).

L’Associazione Mu.S.A-Musei Sant’Agata, che ha organizzato l’evento, ringrazia tutti i collaboratori volontari e in particolare Paolo Gucci e Renzo Modi, infaticabili animatori delle attività didattiche in campo archeologico, e gli arcieri di Scarperia per la loro disponibilità.

Mu.S.A.-Musei Sant’Agata”             altArcieri in azione

 
L'assedio di Montaccianico del 1306: schieramenti, armi, conquista e distruzione


trabucco arma da assedioConferenza con videoproiezione

Informiamo che domenica 19 maggio in occasione di “Amico Museo “2013” si terrà alle ore 16,30 presso il museo archeologico di Sant’Agata Mugello una conferenza con videoproiezione sul tema “L’assedio di Montaccianico”, in cui  si vedranno le forze in campo dei due schieramenti, le armi, il tradimento, la distruzione totale e la “damnatio memoriae”. Ma con l’abbattimento del castello, gli Ubaldini  non cesseranno di contrastare l’avanzata di Firenze sul territorio, dove il loro radicamento e la costruzione di nuovi castelli darà filo da torcere a Firenze per altri settanta anni, con una sorta di guerriglia continua sull’Appennino tra cui la distruzione per ben due volte della neonata Firenzuola.

Seguirà una dimostrazione di tiro con la balestra, l’arma più letale del medioevo, e con vari tipi di arco dell’epoca.

Ingresso gratuito.

Filippo Bellandi

Mu.S.A.-Musei Sant’Agata

 

 
I Signori dell'Appennino

copContinua l'interesse per il romanzo storico di Riccardo Bellandi "I Signori dell'Appennino" ambientato nel Mugello del 1200, al centro del quale si trova l'episodio dell'assedio al castello di Montaccianico del 1250 da parte dei fiorentini. Il romanzo è una ricostruzione storica scrupolosa della vita del tempo e dei personaggi reali che partecipano agli eventi, come il cardinale Ottaviano degli Ubaldini, l'Arcivescovo Ruggeri, Ugolino da Senni e tanti altri. Molti lettori, entusiasti dopo la lettura, continuano impazienti a chiedere all'autore quando arriverà il seguito della vicenda che li ha avvinti.

 
Campagna di scavo 2012 e visite guidate al sito di Montaccianico

locandinaMTC2012Montaccianico scavi, mura nordLa campagna di scavo del 2012 si svolgerà dal 10 luglio al 3 agosto, mentre le visite guidate saranno una il venerdì 27 luglio di pomeriggio, a scavo in corso, e una il sabato 28 di mattina.

Le modalità di partecipazione saranno comunicate prossimamente.

 


Pagina 3 di 4